Facebook, privacy in pericolo?

facebook privacy in pericoloCreare un profilo su Facebook è già di per se un’azione che compromette la riservatezza. Ma questo lo sapevamo già: chi si iscrive a Facebook lo fa per condividere un po di sé tra i cosiddetti “amici”. Fin qui tutto normale.

Quello che invece le persone che si iscrivono a Facebook solitamente non sanno è che nei termini di utilizzo che accettano all’iscrizione (spesso senza leggerli) c’è scritto che Facebook diventa “proprietario” di tutti i dati personali e dei materiali (foto, testi, contatti, e tutto il resto) dell’utente, e può utilizzarli come meglio crede!

Ciò vale a dire che Facebook può usare la foto di un utente per qualsiasi fine commerciale, rivenderla a terzi e diffonderla con ogni mezzo. Può ad esempio usarla come immagine in un mega manifesto pubblicitario affisso in tutto il mondo. Chiaramente l’utente non riceve un soldo, anzi non deve essere neanche informato! C’è da considerare che la foto potrebbe ritrarre l’utente anche in situazioni compromettenti.

Tutto questo è scritto chiaramente nelle condizioni d’uso di Facebook:

“…Pubblicando Contenuti dell’utente sul Sito, concedi automaticamente l’autorizzazione e la garanzia di disporre del diritto a fornire alla Società l’autorizzazione irrevocabile, perpetua, non esclusiva, trasferibile, totalmente acquistata e valida in tutto il mondo (con il diritto di concedere sotto-licenze) ad utilizzare, copiare, eseguire ed esporre in pubblico, riformattare, tradurre, estrarre (integralmente o parzialmente) e distribuire tali Contenuti dell’utente per qualsiasi scopo commerciale, pubblicitario o di altra natura, sul sito o su canali collegati al sito o alla presente promozione, nonché a incorporare in altre opere, ad esempio i Contenuti dell’utente, e a concedere ed autorizzare sotto-licenze di tali contenuti…”

Il paragrafo sopra è tratto dalla pagina http://www.facebook.com/terms.php


Quindi il consiglio principale è: ATTENZIONE A COSA PUBBLICATE!

In particolare attenzione a pubblicare:

– Foto, video, testi compromettenti, propri o altrui.

– Foto, video, testi che rappresentano “creazioni” del vostro ingegno, come racconti, poesie, foto artistiche ecc. in quanto perdereste immediatamente i diritti, e Facebook potrebbe utilizzare il materiale (senza neanche avvisare) anche a scopo di lucro.

– Materiale che rivela informazioni sensibili su voi o i vostri amici che non vorreste siano diffuse oltre la “ristretta” cerchia di “amici” che avete creato su Facebook. Tali informazioni riguardano orientamenti politici, sessuali, stato di salute ecc.

Questa breve guida non vuole certo demonizzare il noto social network, che – come altre piattaforme analoghe – può essere un utile mezzo per stringere e mantenere rapporti sociali, ma fare riflettere sulle criticità e sulle gravi conseguenze per la privacy che un uso poco attento di Facebook può causare.

Diffondete questo articolo a tutti i vostri amici iscritti su Facebook!
Si può utilizzare anche il link “ShareThis” qui sotto.

5 pensieri su “Facebook, privacy in pericolo?

  1. Pingback: How to Access Blocked Sited in Dubai?

  2. Pingback: loose diamonds

  3. Pingback: liquor infused toothpicks

  4. Pingback: ontario forclosures

Lascia un commento